PANE AL CARBONE VEGETALE VIETATO: FINO AD UN ANNO DI ARRESTO PER CHI LO VENDE

26.06.2019

Sei un commerciante o il gestore di un pub/ristorante e non hai eliminato ancora eliminato dal tuo business il pane nero colorato con carbone vegetale? Forse faresti bene a leggere questo articolo.

Come è fatto il pane al carbone vegetale?

Il pane al carbone vegetale è una varietà di pane che, nei tratti salienti, ha le stesse proprietà di altri tipi di pane, lo stesso impasto e la stessa cottura.

L'elemento che contraddistingue questa varietà di pane è il suo colore, dettato dall'utilizzo, nell'impasto, del carbone vegetale  sotto forma di colorante chimico E153.

Le norme europee e le limitazioni all'utilizzo degli additivi chimici come il carbone vegetale.

Il Regolamento (CE) n. 1333/2008 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 16 dicembre 2008, disciplina proprio l'utilizzo degli additivi chimici negli alimenti.

L'Italia, perciò, tenuta ad adeguarsi proprio a quel regolamento, ha disposto delle limitazioni all'utilizzo, tra gli altri, del carbone vegetale chimico per il pane.

Il pane al carbone vegetale in Italia

Il Ministero della Salute, infatti, con una nota è intervenuto sul punto ed ha chiarito che, in buona sostanza, l'additivo chimico E 153 può essere utilizzato soltanto per i prodotti derivati dalla lavorazione del pane ma non, invece, per il pane stesso.

In sostanza, il carbone vegetale potrà essere utilizzato per i grissini, le brioches, ma non per pane e panini.

Cosa rischia il commerciante che continua a vendere il pane al carbone vegetale?

La violazione delle norme in tema di alimenti ed additivi chimici - alla luce degli articoli 5 (lettera g) e 6 della legge del 30 aprile 1962, n. 283, comporta il rischio per il commerciante di una pena fino ad un anno di arresto ed un'ammenda fino ad Euro 30.987.

Ma non temere: se sei un commerciante e ti sei ritrovato coinvolto, tuo malgrado, in un procedimento penale per questo reato, parlandone con un avvocato, forse una soluzione al tuo problema puoi trovarla.

A questo proposito, puoi contattarmi cliccando qui oppure cliccando il form in basso.

Ricordati sempre che un avvocato è dalla parte dei diritti.

Un avvocato è dalla tua parte.

Scrivimi ed esponimi il tuo  problema: ti risponderò entro 24 ore.