ATTENTO A DOVE ACQUISTI IL TUO SMARTPHONE: LA RICETTAZIONE E' DIETRO L'ANGOLO.

08.07.2019

Hai appena acquistato il tuo cellulare ad un prezzo super vantaggioso in un mercatino dell'usato della tua città? Beh, se così fosse, ti consiglio di verificare se il tuo venditore è una persona onesta o meno. Spesso, dietro prezzi così vantaggiosi, si nascondono prodotti oggetto di furto.

L'acquisto di uno smartphone rubato, anche se non si è sicuri della sua illecita provenienza, configura il reato di ricettazione.

La Giurisprudenza della Corte di Cassazione ha di recente delineato analiticamente i temi della prova del delitto di ricettazione, proprio in relazione al profilo dell'elemento soggettivo del reato (cioè, in sostanza, della consapevolezza o meno della illecita provenienza di un oggetto).

L'imputato deve dare una spiegazione attendibile dell'origine del possesso dello smartphone.

E' questo il primo ed imprescindibile passaggio: ed infatti, l'imputato trovato nella disponibilità di refurtiva di qualsiasi natura, e quindi anche di smartphone, in assenza di elementi probatori indicativi della riconducibilità del possesso alla commissione del furto e ove non fornisca una spiegazione attendibile dell'origine del possesso, risponde del delitto di ricettazione, poiché la mancanza di giustificazione costituisce prova della conoscenza dell'illecita provenienza della res, in quanto sicuramente rivelatrice della volontà di occultamento, logicamente spiegabile con un acquisto in mala fede

L'onere di allegazione di documenti

Quanto abbiamo appena affermato non costituisce una deroga ai principi in tema di onere della prova, né incide sulle prerogative difensive, poiché è la stessa struttura della fattispecie incriminatrice che richiede, ai fini dell'indagine sulla consapevolezza circa la provenienza illecita della res, il necessario accertamento sulle modalità acquisitive della stessa (richiedendo all'imputato esclusivamente un onere di allegazione di elementi, che potrebbero costituire l'indicazione di un tema di prova per le parti e per i poteri officiosi del giudice, e che comunque possano essere valutati da parte del giudice di merito secondo i comuni principi del libero convincimento: Sez. Unite, n. 35535 del 12/07/2007, Ruggiero, Rv. 236914, in motivazione);

Il Dolo della ricettazione.

Il dolo del reato di ricettazione si può manifestarsi anche nella forma del dolo eventuale. E ciò accade quando l'agente ha consapevolmente accettato il rischio che la cosa acquistata o ricevuta fosse di illecita provenienza, non limitandosi ad una semplice mancanza di diligenza nel verificare la provenienza della cosa (ciò che caratterizza l'ipotesi contravvenzionale ex art. 712 cod. pen.), situazione ravvisabile quando l'agente, rappresentandosi l'eventualità della provenienza delittuosa della cosa, non avrebbe agito diversamente anche se di tale provenienza avesse avuto la certezza (Sez. Unite n. 12433 del 26/11/2009, dep. 2010, Nocera, Rv. 246324);

La ricettazione degli smartphone

La fattispecie della ricettazione di telefoni cellulari concerne beni che, «pur se di uso comune, costituiscono comunque una res potenzialmente di apprezzabile valore, non necessariamente acquistabile ricorrendo ai canali ufficiali (essendone florido il mercato dell'usato), ma che nulla induce a ritenere poter essere scambiata con disinteresse tale da non consentire all'avente causa di ricordare le modalità dell'acquisto e l'identità del dante causa»

Ove la disponibilità del telefono cellulare da parte dell'imputato sia indubbia, emergendo inequivocabilmente dalle (non sporadiche, ma) reiterate telefonate effettuate con esso utilizzando una SIM card intestata all'imputato, tale circostanza non è sintomatica della buona fede dell'imputato, considerato che la normativa nazionale vigente non consente il rilascio di schede SIM anonime, rendendo per così dire necessitato il ricorso a schede intestate, pur se a soggetti diversi da colui che le utilizza, né può dirsi nozione di comune esperienza quella secondo la quale coloro che consapevolmente ricevono telefoni cellulari di illecita provenienza siano a conoscenza delle tecniche che permettono di tracciare e individuare l'utilizzo di apparecchi telefonici.

Se hai altri dubbi o vuoi espormi il tuo problema, contattami cliccando qui o inserendo il tuo messaggio nel modulo in basso: ti risponderò entro 24 ore.