Articolo 153 Codice Penale

Esercizio del diritto di remissione. Incapaci.


[I]. Per i minori degli anni quattordici e per gli interdetti a cagione di infermità di mente [414 c.c.], il diritto di remissione è esercitato dal loro legale rappresentante [121; 316, 320, 357 c.c.].

[II]. I minori [2 c.c.], che hanno compiuto gli anni quattordici, e gli inabilitati [415 c.c.] possono esercitare il diritto di remissione, anche quando la querela è stata proposta dal rappresentante [120], ma, in ogni caso, la remissione non ha effetto senza l'approvazione di questo.

[III]. Il rappresentante può rimettere la querela proposta da lui o dal rappresentato [120], ma la remissione non ha effetto, se questi manifesta volontà contraria [125].

[IV]. Le disposizioni dei capoversi precedenti si applicano anche nel caso in cui il minore raggiunge gli anni quattordici, dopo che è stata proposta la querela.