Articolo 135 Codice Penale

Ragguaglio fra pene pecuniarie e pene detentive.

Quando, per qualsiasi effetto giuridico, si deve eseguire un ragguaglio fra pene pecuniarie e pene detentive, il computo ha luogo calcolando euro 250, o frazione di euro 250, di pena pecuniaria per un giorno di pena detentiva (1).

Note:

(1) Articolo prima sostituito dall'art. 6, DLGS LGT 5 ottobre 1945, n. 679, dall'art. 1, L. 12 luglio 1961, n. 603, dall'art. 101, L. 689/1981, e dall'art. 1, L. 5 ottobre 1993, n. 402 e poi così modificato dal comma 62 dell'art. 3, L. 94/2009. La Corte costituzionale, con sentenza 10-17 marzo 1988, n. 304, aveva dichiarato l'illegittimità del comma primo dell'art. 175 c.p., nella parte in cui prevedeva che la non menzione nel certificato del casellario giudiziale di condanna a sola pena pecuniaria potesse essere ordinata dal giudice quando non fosse superiore a un milione, anziché a somma pari a quella risultante dal ragguaglio della pena detentiva di anni due, a norma dell'art. 135 c.p.