Articolo 58 bis Codice Penale

Procedibilità per i reati commessi col mezzo della stampa

[I]. Se il reato commesso col mezzo della stampa è punibile a querela [120-126; 336-340 c.p.p.], istanza [130; 341 c.p.p.], o richiesta [127-129, 3134; 342 c.p.p.], anche per la punibilità dei reati preveduti dai tre articoli precedenti è necessaria querela, istanza o richiesta.

[II]. La querela, la istanza o la richiesta presentata contro il direttore o vice-direttore responsabile, l'editore o lo stampatore, ha effetto anche nei confronti dell'autore della pubblicazione per il reato da questo commesso [123, 129, 130].

[III]. Non si può procedere per i reati preveduti nei tre articoli precedenti se è necessaria una autorizzazione di procedimento [313; 343, 344 c.p.p.] per il reato commesso dall'autore della pubblicazione, fino a quando l'autorizzazione non è concessa. Questa disposizione non si applica se l'autorizzazione è stabilita per le qualità o condizioni personali dell'autore della pubblicazione.