Articolo 32 bis Codice Penale

Interdizione temporanea dagli uffici direttivi delle persone giuridiche e delle imprese (1)

[I]. L'interdizione dagli uffici direttivi delle persone giuridiche e delle imprese priva il condannato della capacità di esercitare, durante l'interdizione, l'ufficio di amministratore [2380-bis, 2381, 2450, 2455, 2475-2476 c.c.], sindaco [2397, 2450 c.c.], liquidatore [2487 ss. c.c.], direttore generale e dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari (2) [2396 c.c.], nonché ogni altro ufficio con potere di rappresentanza della persona giuridica o dell'imprenditore [2203 c.c.].

[II]. Essa consegue ad ogni condanna alla reclusione non inferiore a sei mesi per delitti commessi con abuso dei poteri o violazione dei doveri inerenti all'ufficio [448] (3).

Note:

(1) Articolo inserito dall'art. 120 l. 24 novembre 1981, n. 689.
(2) Le parole «direttore generale e dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari» sono state sostituite alle parole «e direttore generale» dall'art. 153 lett. a) l. 28 dicembre 2005, n. 262.
(3) Vedi anche art. 2638 c.c.; d.P.R. 29 settembre 1973, n. 600; art. 5 l. 13 dicembre 1989, n. 401; art. 6 l. 20 dicembre 1990, n. 408; art. 27 l. 30 dicembre 1991, n. 413; art. 12d.lg. 10 marzo 2000, n. 74.