Articolo 31 Codice Penale

Condanna per delitti commessi con abuso di un pubblico ufficio o di una professione o di un'arte. Interdizione.


[1] Ogni condanna per delitti commessi con l'abuso dei poteri [c.p. 317, 323, 326, 328, 330, 331], o con la violazione dei doveri inerenti a una pubblica funzione, o ad un pubblico servizio, o a taluno degli uffici indicati nel n. 3 dell'articolo 28, ovvero con l'abuso di una professione, arte, industria, o di un commercio o mestiere, o con la violazione dei doveri a essi inerenti, importa l'interdizione temporanea dai pubblici uffici o dalla professione, arte, industria o dal commercio o mestiere (1).

Note:

(1) Vedi gli artt. 216 e 217, L. fall. (R.D. 16 marzo 1942, n. 267).