Articolo 29 Codice Penale

Casi nei quali alla condanna consegue l'interdizione dai pubblici uffici.

[I]. La condanna all'ergastolo [22] e la condanna alla reclusione [23] per un tempo non inferiore a cinque anni importano l'interdizione perpetua del condannato dai pubblici uffici; e la condanna alla reclusione per un tempo non inferiore a tre anni importa l'interdizione dai pubblici uffici per la durata di anni cinque [28, 31, 33, 98, 139, 140, 317-bis, 371, 373, 377, 383, 386, 501] (1).

[II]. La dichiarazione di abitualità [102, 103] o di professionalità nel delitto [105], ovvero di tendenza a delinquere [108], importa l'interdizione perpetua dai pubblici uffici [33].

Note:

(1) Oltre all'art. 2637 c.c., v. anche art. 2 l. 20 giugno 1952, n. 645; art. 113 d.P.R. 30 marzo 1957, n. 361; art. 6l. 20 febbraio 1958, n. 75; art. 102 d.P.R. 16 maggio 1960, n. 570; art. 2 l. 25 gennaio 1982, n. 17; art. 12 d.lg. 10 marzo 2000, n. 74.