Articolo 17 Codice Penale

Pene principali: specie (1).

[I]. Le pene principali stabilite per i delitti sono:
1) [la morte] (2)
2) l'ergastolo [22] (3);
3) la reclusione [23] (4);
4) la multa [24].


[II]. Le pene principali stabilite per le contravvenzioni sono:

1) l'arresto [25] (4);
2) l'ammenda [26].

Note:

(1) Per i reati di competenza del giudice di pace, v. gli artt. 52 («Sanzioni»), 53 («Obbligo di permanenza domiciliare») e 54 («Lavoro di pubblica utilità») d.lg. 28 agosto 2000, n. 274. In tema di sanzioni applicabili agli enti per illeciti amministrativi dipendenti da reato v. art. 9 ss. d.lg. 8 giugno 2001, n. 231.

(2) Per i delitti previsti nel codice penale e in altre leggi diverse da quelle militari di guerra, la pena di morte è stata soppressa e sostituita con l'ergastolo: d.lg.lt. 10 agosto 1944, n. 224 e d.lg. 22 gennaio 1948, n. 21. Per i delitti previsti dalle leggi militari di guerra, la pena di morte è stata abolita e sostituita con quella «massima prevista dal codice penale» (l. 13 ottobre 1994, n. 589). V. ora anche art. 27 Cost., come modificato dall'art. 1, l. cost. 2 ottobre 2007, n. 1. V. inoltre la l. 15 ottobre 2008 n. 179, di ratifica del Protocollo n. 13 del 3 maggio 2002 della Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell'Uomo e delle libertà fondamentali, relativo all'abolizione della pena di morte in qualsiasi circostanza.

(3) La Corte cost., con sentenza 28 aprile 1994, n. 168, ha dichiarato l'illegittimità costituzionale degli artt. 17 e 22 «nella parte in cui non escludono l'applicazione della pena dell'ergastolo al minore imputabile». Su tale sentenza, v. anche sub artt. 69 e 73.

(4) Per la possibile sostituzione delle pene detentive brevi con le sanzioni della semidetenzione, della libertà controllata e della pena pecuniaria della specie corrispondente v. artt. 53-76 l. 24 novembre 1981, n. 689. Per i reati di competenza del giudice di pace, v. l'art. 62 d.lg. n. 274, cit.